Pillar Page: guida per l'uso

    L'algoritmo di Google è sempre più intelligente, riesce a comprendere l’argomento di interesse dalla ricerca dell’utente e, sopratutto, premia nella S.E.R.P. quei siti che ritiene siano autorevoli riguardo un preciso e determinato topic.

    Vale a dire, che le Keyword da sole non bastano più per il SEO content: servono anche contenuti organizzati di qualità e pertinenti, centrati sull’argomento trattato:  i Topic Cluster e le Pillar Page.

    Cos’è la Pillar Page

    La Pillar Page, letteralmente “Pagina Pilastro”, è una pagina web (post o articolo), dal contenuto di circa 2000 parole, suddivisa in paragrafi, che copre in maniera piuttosto esaustiva un argomento centrale, ma generico.

    È definita “Pilastro”, perché andrà poi a sorreggere tramite link diverse altre pagine minori (dette Sub-topic Page) che approfondiscono vari aspetti secondari dell’argomento principale.

    La Pillar Page è uno strumento importante a livello di SEO content, perché "comunica" a Google l’esistenza sul sito di un insieme di contenuti pertinenti e di qualità legati ad un dato argomento, aumentando le chance di un buon posizionamento.

    Scarica il template per costruire la tua Pillar Page >

    I Link e le KeyWord delle Pillar Page

    La Pillar Page da sola non è sufficiente per far sì che i contenuti del nostro sito siano ritenuti di qualità.

    Oltre all’interazione con i contenuti, i link esterni di qualità (che non tratteremo in questo post) e alla scelta delle KeyWord, l’altro fattore importante al fine di un buon posizionamento della tua Pillar è la presenza di link.

    Quelli delle Pillar Page sono link interni e di due tipi:

    • link che colleghino la Pagina Pilastro ai subtopic (articoli di approfondimento) e viceversa;
    • anchor interni alla pillar page (per esempio, da un iniziale indice dei contenuti della Pillar verso i relativi paragrafi).

    L’algoritmo di Google promuove siti e blog organizzati con questo pattern: i contenuti risultano affini e coerenti tra loro per il motore di ricerca, dando così maggior autorità al sito (o blog) rispetto ad un certo argomento.

    Ovviamente, l’analisi e l’utilizzo delle KeyWord è ancora fondamentale. La Pillar Page si costruisce utilizzando KeyWord più utilizzate, in maniera che essa sia indicizzata fra gli argomenti più generici.

    La novità riguarda le parole chiave da utilizzare nelle pagine dei subtopic, le cosiddette Long Tail Keyword: parole chiave più lunghe, formate da più parole e nate dalle ricerche sempre più precise degli utenti e dalle vere e proprie domande fatte con le ricerche vocali.

    Scarica il template per costruire la tua Pillar Page >

    Come si costruisce una Pillar Page?

    Per creare una Pillar Page è necessario prima di tutto individuare un topic che sia rilevante e interessante per il tuo brand e i tuoi utenti, e che sia in grado, poi, di coprire tutti i vari sotto argomenti delle pagine minori.

    Una volta individuato il topic, fai un’analisi delle sue keyword:

    • short keyword di ampio volume di traffico
    • keyword correlate
    • keyword long tail

    Per individuarle puoi utilizzare tool come Google AdWords o SemRush. Oppure usare lo stesso motore di ricerca Google: vedere i suggerimenti che il motore offre quando scrivi la parola nella barra di ricerca e l’elenco delle ricerche correlate che trovi in fondo alla SERP.

    Una volta validate le KeyWord, puoi iniziare a sviluppare intorno ad esse titolo, sottotitoli e contenuto della pillar e titoli e contenuto delle pagine o post correlati.

    Puoi utilizzare anche il template per realizzare le Pillar Page che trovi su questa pagina: scaricalo e crea subito il tuo contenuto!

    New Call-to-action

    Iscriviti alla newsletter per storie digitali da un altro mondo!

    I PIÙ LETTI

    VAI ALLE GUIDE DI OFG ADVERTISING >

    Non hai tempo di cercare nel blog? No problema, abbiamo raccolto gli articoli in comode guide. Vai alle guide >