Sviluppare un sito web: scegliere il cms in base alla user experience

Il tuo sito internet è uno degli strumenti più potenti presenti nel tuo kit di marketing. Ma non solo: è il luogo in cui potenziali clienti e prospect “atterrano” per cercare informazioni sui tuoi prodotti o servizi e sulla tua azienda ma è anche lo spazio (e quindi l’insieme dei contenuti) che lo convinceranno - o no - a prendere una decisione di acquisto definitiva.

Il sito web è quindi una delle risorse più importanti a disposizione di chi fa marketing. Ma anche di chi fa vendita! Le aziende B2B e B2C devono sfruttare questo enorme potenziale.

Siti web ben progettati possono infatti:
- definire l'identità professionale dell’azienda tramite la disposizione degli elementi, l’architettura delle informazioni, la scrittura e la grafica.
- delineare la qualità dell’azienda tramite la descrizione dei servizi, i casi di successo realizzati presso i clienti, le esperienze dei professionisti
- affermare l’autorevolezza e la competenza delle aziende che rappresentano attraverso blog post, notizie, video, webinar e ogni altra risorsa per contribuire alla credibilità.

Nonostante questo sia chiaro a molti, spesso i siti internet sono gestiti come una commodity, qualcosa per il quale spendere la minor cifra possibile e a cui dare due pennellate di vernice per rifarli… Come nuovi. Aiuto!

Una valutazione evidentemente poco lungimirante e mal calcolata dal punto di vista degli affari, ma soprattutto poco rispettosa. In che senso? Si tratta di una scelta poco rispettosa per gli utenti.

Perché, ti starai chiedendo? Perché un sito web non è di chi lo pubblica: “appartiene” a tutti quegli utenti che lo usano per trovare le informazioni di cui hanno bisogno per soddisfare una propria esigenza. Il compito dei siti internet, con questi presupposti, è centrale perché è il punto di arrivo di ogni iniziativa di comunicazione, ed è attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

I siti web forniscono allora i contenuti e l’esperienza di navigazione funzionali al raggiungimento degli obiettivi (o parte degli stessi) dei consumatori. Sono strumenti presi in prestito dalle persone per avanzare nel loro percorso di ricerca. Ci entrano. Guardano. Ci tornano per ritrovare informazioni o perché ci sono nuovi contenuti. Se non c’è nulla di nuovo, dal loro punto di vista o secondo i motori di ricerca, non ci tornano più.

Chi realizza e amministra un sito deve cercare di contribuire alle valutazioni degli utenti provando a fornire la miglior esperienza possibile di navigazione e, forse, la soluzione definitiva alla loro ricerca di risposte. Per farlo con successo serve che il sito possa essere trovato tramite le giuste combinazioni semantiche di ricerca (parole chiave), navigato in modo agevole grazie ad una struttura rispettosa di ogni tipologia di utente e delle loro difficoltà, e che sia garantita la tutela di tutti gli aspetti di privacy previste dalle normative in vigore.

Tutto deve essere pensato per accogliere l’interesse degli utenti e realizzato secondo delle linee guida ben definite.

Vuoi scoprire di più sugli insight dei tuoi clienti? Scarica il toolkit >

La user experience al centro del tuo sito internet

La user Experience è al centro del progetto di navigazione di un sito web. La relazione - e quindi la percezione - che un utente ottiene nel momento in cui interagisce con un sistema digitale determina il successo della proposta commerciale presente in esso.

Se l’esperienza utente viene messa al centro della progettazione di un sito, con l’intento di personalizzare i messaggi che contiene, allora ci sono tutte le premesse di un progetto vincente.

Sono troppe infatti le aziende egocentrate che raccontano (solo) di sé in ogni spazio digitale: "i nostri prodotti, i nostri servizi, i nostri clienti", ecc.

Personalizzare è l’esatto contrario di questa attitudine; domande come: “Che sensazioni provano le persone quando navigano nel nostro sito? Quanto è facile per loro trovare quello che stanno cercando?”sono un ottimo modo per iniziare a pensare ad un sito realizzato per altri e non per sé stessi.

User experience non è solo realizzare una bella interfaccia grafica: è il risultato dell'intera esperienza di navigazione, dal primo all'ultimo istante. Design, copywriting, strumenti di interazione, video, architettura ecc. Tutto contribuisce alla UX.

Un sito realizzato nel modo corretto deve essere:

  • Usabile: le persone devono trovare facilmente quello che stanno cercando o scoprire in modo agevole quello che non sanno di star cercando.
  • accessibile: deve poter essere navigato da ogni dispositivo e da ogni tipologia di utente, i tempi di interazione e caricamento devono essere adeguati agli standard più recenti.
  • Attrattivo: design, certamente, ma - più in grande - percezione della marca attraverso gli elementi estetici e di struttura delle pagine.
  • Chiaro: per essere chiaro, un sito deve permettere di trovare tutte le informazioni senza equivoci. Struttura ed esposizione, menù di navigazione, grafica, contenuti, bottoni, form e landing page devono avere una coerenza visiva e di scopo.
  • Trovabile: un concetto semplice quanto articolato. Un sito deve avere una buona collocazione dei motori di ricerca. Altrimenti non esiste.
  • Coerente: avere uno stile visivo e di scrittura che non permettano fraintendimenti e confusione con il messaggio dei competitor e del mercato di appartenenza.
  • Personalizzato: lo abbiamo detto, il messaggio deve arrivare alla persona che lo sta navigando, nel modo giusto per lui. Deve disporre di strumenti smart per personalizzare aree di testo e design in base alla tipologia di utente, alla provenienza geografica e alla lingua, all'appartenenza a liste - quando già conosciuto - alla tipologia di dispositivo in uso.
  • Parlante: deve favorire l’incontro e lo scambio tra azienda e persone, invitare alla conversazione e all’interazione.

Ripensare un sito internet superando le difficoltà

Per molti marketer che subentrano in contesti digitali preesistenti o che devono affrontare un nuovo incarico, realizzare un sito web può essere un discreto problema.

Cambiare layout grafico, rivedere o disegnare l’architettura dei contenuti, mettere alcuni video. Può sembrare sufficiente attivarsi con qualche piccolo accorgimento per risolvere l’esigenza più immediata ma presto si deve fare i conti con i problemi di coerenza di identità, difficoltà tecniche e - quando va bene - un risultato che poco si avvicina a quanto sarebbe stato necessario fare. Con la consapevolezza di aver sprecato del tempo.

Insomma, il rischio di partire con il piede sbagliato è già alto dopo i primi 10 minuti di riunione.

A volte il problema è invece che siti web semplici e magari anche ben costruiti, pensati per il traffico digitale di un’azienda di piccole dimensioni diventano un vestito dalle maniche corte: iniziano a mancare sezioni, si presentano criticità IT, i contenuti iniziano a scarseggiare.

È necessario un cambiamento. Serve fare le cose per bene e con un budget sufficiente. Assicurarsi flessibilità nella gestione dei contenuti e nella costruzione delle pagine; salvaguardare – sempre - la sicurezza.

In questa fase, diventa cruciale la scelta di un CMS che accompagni la crescita dell’azienda e che sia sufficientemente flessibile da garantire utilità agli utenti.

I limiti dei CMS tradizionali

Un CMS (Content Management System) deve mettere ogni team nella condizione di lavorare tranquillamente. I limiti di sviluppo, i pericoli di attacchi informatici causati da plugin non verificati e scelte informatiche azzardate sono ormai inaccettabili. Acclarati gli aspetti IT, il tema rilevante diventa la flessibilità.

I siti web che parlano in prima persona raccontando solo dell’azienda che rappresentano, dimenticandosi totalmente dei bisogni dei clienti, hanno uno svantaggio competitivo enorme. I siti che non vengono aggiornati, perdono sessioni e nuovi utenti, hanno tassi di abbandono in crescita e non raccolgono lead. Te lo puoi davvero permettere?

Con i moderni sistemi di Content management (CMS) puoi gestire completamente il design del tuo sito, aggiungere contenuti multimediali nei post, organizzare i contenuti per tag e categorie, gestire più utenti, modificare il codice delle pagine e molto altro ancora. è un processo che richiede tempo ma che permette di ottenere una struttura web scalabile e organizzata.

Sul mercato ci sono diverse soluzioni CMS molto interessanti, alcune open source. Tra queste HUbSpot CMS, Wordpress, Drupal, Joomla, Shopify, Magento.

Senza voler parlare in questo articolo di piattaforme dedicate principalmente al mondo degli e-commerce, in agenzia abbiamo messo a fuoco l’importanza di un sistema integrato, facile da gestire, ricco di strumenti ma - soprattutto - sicuro ed efficiente. HubSpot CMS. La sicurezza e la scalabilità di questa piattaforma si traduce in una maggiore libertà per marketer e manager di poter pensare allo sviluppo dell’intera struttura e individuare nuove strade da percorrere.

HubSpot CMS: l'importanza di avere un cms sicuro e flessibile

Con Hubspot Hub CMS è possibile infatti creare contenuti in modo dinamico e aggiornare frequentemente le pagine del proprio sito web. L’editor drag-and-drop, gli strumenti di design e di costruzione dei template di ogni pagina web accompagnano questo processo e garantiscono la stessa immediatezza.

HubDb aiuta nella costruzione di tabelle dati da ospitare nelle pagine. Web hosting, certificato SSL, Content Delivery Network (CDN) il supporto multilingua e multi dominio sono requisiti indispensabili per supportare lo sviluppo di business in veloce crescita.

Agli strumenti pensati per il CMS e lo sviluppo dei siti web si aggiungono tutti gli strumenti pensati per l'inbound marketing, con HubSpot CRM: indicazioni SEO, A/B testing, conversational bots, landing pages, smart content, reporting, solo per citarne alcuni.

Vuoi conoscere meglio HubSpot CMS? Prenditi mezz'ora con noi!

HubSpot CMS Hub Professional ed Enterprise

Chiaro. La gestione di tutti questi sistemi e strumenti richiede un impegno costante, che non tutte le aziende possono permettersi in termini di risorse e persone. La piattaforma HubSpot CMS gestisce tutte le operazioni di manutenzione e garantisce massima sicurezza, lasciando la possibilità di dedicarsi alle esigenze più concrete di comunicazione e marketing.

L’unione tra CMS e CRM, infatti rende possibile, da subito, tracciare tutte le visite al sito eseguite dagli utenti, organizzare i contatti in liste, inserire landing page e form nelle pagine di conversione e migliorare sensibilmente il percorso di acquisizione di lead.

HubSpot CMS, nelle sue due versioni Professional ed Enterprise, è un grande pacchetto che combina tutti questi strumenti.

Hubspot CMS Professional include:

  • HubSpot CRM
  • Forms: singoli, pop-up, embedded, e collected forms, funzionalità GDPR, custom styling, simple form follow-up emails, campi dipendenti, targeting customizzato
  • Drag-and-drop editor per le pagine web
  • Supporto telefonico
  • List segmentation: liste dinamiche e statiche da costruire usando i parametri di HubSpot CRM
  • Ottimizzazione Mobile
  • Blog
    Calls-to-action anche in modalità a/b testing
  • Landing pages responsive, smart content e a/b testing
  • Certificato Standard SSL
  • Smart content & reporting
  • HubDB per il contenuto dinamico
  • Record customization
  • Standard contact scoring
  • Multiple currencies
  • Salesforce integration
  • Calculated properties
  • Website pages responsive
  • Design manager per definire custom template e stili
  • Content staging
  • Marketplace per i template e moduli
  • Content analytics views
  • Google Search Console integration
  • Custom domainse Subdomain
  • 99.99% uptime
  • Content delivery network (CDN)
  • Advertising management
  • Built-in AMP support for blogs
  • Website themes
  • Video hosting & management
  • Menu avanzati
  • Password-protected pages
  • Multi-language content creation & testing
  • Live chat, Conversations inbox, integrazione con Messenger e Conversational bots con brach logici e targeting avanzato.
  • Email marketing
  • SEO recommendations & optimizations
  • Content strategy per la creazione di topic cluster e il supporto delle pillar pages
  • A/B testing
  • Custom reporting
  • URL mappings
  • Website traffic analytics
  • 24/7 security monitoring & threat detection
  • Teams
  • HubSpot mobile app

    HUbSpot CMS Enterprise aggiunge:
  • Ruoli degli utenti
  • Adaptive testing per le pagine, fino a 5 varianti
  • Membership
  • Brand domain addizionale
  • Code alerts
  • Partitioning
  • Reverse proxy support
  • Custom CDN configuration
  • Site performance monitoring
  • Activity logging
  • Single sign-on
  • Teams gerarchici
  • Funzioni serverless: registrazione degli event, guest books, e dynamic calculators
  • Field-level permissions
  • Custom Objects

    Vuoi conoscere meglio HubSpot CMS? Prenditi mezz'ora con noi!