Influencer Marketing: quanto guadagna un influencer?

Ce lo siamo chiesti tutti: quanto guadagna un influencer? Se è vero che sui social è tutto un susseguirsi di scatti magici in località da sogno e viaggi in città affascinanti, è anche vero che un blogger deve battere cassa e che non si può vivere soltanto di prodotti inviati dalle aziende e vacanze pagate (anche se da sogno!).

Per questo motivo, abbiamo deciso di creare una piccola guida che possa permettere alle aziende di capire quanto guadagna un influencer e quanto potrebbe costare chiedere una collaborazione con uno dei volti più amati dai social.

Chi è un Influencer? Scarica gratuitamente la guida all'influencer marketing>

Perché un'azienda dovrebbe puntare sull'influencer marketing?

Iniziamo con il dire che un influencer ha la stessa funzione di un testimonial. Fondamentalmente attraverso l'influencer marketing, raggiungiamo 2 obiettivi molto importanti:

  1. Fiducia. Abbatte il muro della fiducia dei suoi follower e fa da facilitatore tra azienda e clienti o prospect
  2. Media. Amplifica la portata dei social media sparando il messaggio direttamente ai suoi fan, tendenzialmente in pieno target (se abbiamo scelto l'influencer giusto).

Visti i costi che andremo a vedere qui sotto, tendenzialmente, le aziende si stanno spostando verso i micro-influencer principalmente per una questione di gestione dei costi e per una questione diciamo di "familiarità": prima che un influencer diventi un big dei social ha ancora un approccio molto più diretto e più attento alla relazione con i fan. Diamo per assodato che una volta che ho raggiunto una soglia elevata di fan, le priorità cambino.

Insomma, gli influencer hanno un costo accessibile (alcuni) ma devono essere scelti in base ai giusti criteri altrimenti si richia di spendere troppo e disperdere il budget media.

Come si calcola il guadagno di un influencer?

Per prima cosa, dobbiamo capire il bacino di utenza dell'influencer con cui vogliamo collaborare. Abbiamo a che fare con una nuova voce del web che conta dai 100.000 ai 500.000 follower? Probabilmente, potremo sperare in una collaborazione dal budget accessibile.

I cachet aumentano per gli influencer più noti: stando alle classifiche diffuse dai social più famosi - ovvero Facebook, YouTube e Instagram -, è possibile chiedere una collaborazione con influencer che hanno una media di followers compresa tra i 500.000 e il milione o passare a volti noti, con seguaci che superano i 7 milioni. Si tratta di un'utenza da capogiro, che può essere raggiunta solo con budget adeguati, motivo per cui sono spesso soltanto le grandi aziende a poter richiedere delle collaborazioni mirate con gli influencer più importanti.

Approfondisci subito come funziona l'influencer marketing su Instagram. 

Parliamo di budget: quanto costa chiedere una collaborazione?

Veniamo al cuore delle questione: se io volessi collaborare con una delle star del web (ecco la lista degli influencer italiani più popolari), quanto dovrei essere pronto a pagare? Non ci sono dubbi sul fatto che il volto più noto e, di conseguenza, più pagato d'Italia sia quello di Chiara Ferragni: per chiedere alla fondatrice di The Blonde Salad di pubblicare una foto con un prodotto sponsorizzato bisogna essere pronti a pagare ben 12.000 dollari. Una cifra apparentemente alta, ma che è soltanto la sesta nella classifica internazionale dei cachet più alti. Al primo posto, infatti, troviamo Huda Kattan, MUA e blogger dal budget richiesto di ben 18.000 dollari.

Bene anche per i maschietti: Cameron Dallas, ventenne volto di Dolce e Gabbana, è il secondo influencer più pagato al mondo, con un cachet richiesto di 17.000 dollari per post brandizzato condiviso.

Come dare visibilità ai tuoi contenuti? Scarica la guida gratuita!

Video, post o foto: quale social fa guadagnare di più?

Come facile intuire, a garantire una forma di guadagno sostanziosa agli influencer non è soltanto il numero di followers, ma anche il tipo di social utilizzato.

In cima alla classifica spicca YouTube, che offre ai suoi influencer un guadagno medio che spazia dai 12.500 dollari per video con una copertura compresa tra i 100.000 e i 500.000 utenti fino ai 125.000 dollari per gli YouTuber con 1 milione di iscritti. Si può arrivare anche ai 300.000 dollari per post con reach superiore ai 7 milioni di followers.

Non male anche per chi utilizza Facebook: chi ha tra i 100.000 e i 500.000 seguaci può sperare in un guadagno di 6.250 dollari per post, mentre chi supera i 7 milioni di fan raggiunge i 187.500 dollari per singolo post.

Ultimo in classifica è Instagram: in questo caso, il massimo guadagno concesso agli influencer è di "soli" 150.000 dollari per profili con 7 milioni di utenti, mentre chi ha tra i 3 e i 6 milioni di followers dovrà accontentarsi di 75.000 dollari.

Le piattaforme di Influencer Marketing

Non sono pochi ad aver pensato di intraprendere la carriera di influencer. Del resto, sembra estremamente facile: buone doti comunicative, capacità di mostrarsi al mondo e tante collaborazioni da poter avviare.

Tuttavia, prima di arrivare a guadagnare bisogna avere i numeri e nessuno potrebbe mai pensare di lanciare un profilo social e di raggiungere milioni di followers in poche ore. Ecco per esempio una guida ai migliori tool gratuiti per misurare le attività di influencer marketing.

Un buon compromesso per chi non ha i numeri della Ferragni, può essere l' affiliazione a piattaforme di Influencer Marketing

Queste si occupano di mettere in contatto tra loro influencer e aziende, grazie ad algoritmi che permettono di proporre i profili più adatti per la sponsorizzazione del prodotto o del servizio offerto e avviare una collaborazione. I costi ed i guadagno ovviamente sono variabili.

Se vuoi approfondire come costruire un piano di Influencer Marketing, leggi la nostra guida!

Chi è un Influencer? Scarica gratuitamente la guida all'influencer marketing>