La Matita Gialla - Blog di OFG Advertising Agenzia di Comunicazione a Milano.jpg

Un esempio di pianificazione media digitale di OFG ADVertising

    Stai cercando un esempio di pianificazione media on line? Bene, se vuoi approfondire come fare un media plan digitale, in questo post troverai consigli e suggerimenti su come stendere il piano di una campagna pubblicitaria digital in 3 fasi, con il supporto di esempi pratici di una case history reale d'agenzia. Le fasi che considereremo sono:
    1. Buyer's journey e gli obiettivi
    2. Media mix e la scelta dei formati pubblicitari
    3. Timing e KPI

    Scarica il toolkit per gestire il tuo budget media >

    Step 1: il buyer's journey e gli obiettivi

    Dato il motivo per cui voglio fare una campagna pubblicitaria digital (es: promuovere un nuovo prodotto o servizio, accrescere o rafforzare la brand awareness presso il pubblico di riferimento…), i primi passi da compiere per stendere un piano media online sono:

    Nel caso, per esempio, del cliente OBI, multinazionale tedesca del Fai Da Te, gli obiettivi principali della campagna media on line erano:

    • Brand awareness: promozione del nuovo catalogo di prodotti e del brand nei bacini di utenza dei punti vendita.
    • Drive to store: stimolo delle visite ai punti vendita presenti nel territorio italiano da parte di Prospect e utenti OBI.

    L’audience potenzialmente interessata ai prodotti di OBI è costituta da amanti del faidate e dell’home decor, persone coinvolte in una ristrutturazione di casa o in un trasloco, appassionati di gardening. La strategia di pianificazione digitale puntava quindi a creare un mix di messaggi personalizzati e di canali idonei a coprire tutti i touchpoint del funnel di conversione. Alla luce dei macro intenti e dell’audience descritta, gli obiettivi di ciascuna fase del buyer’s journey individuati erano:

    • Fase awareness: attrarre nuovi utenti in target, stimolando il desiderio;
    • Fase consideration: favorire l’engagement degli utenti trasformandoli in visitatori del nuovo sito OBI;
    • Fase decision: supportare la trasformazioni dei visitatori in lead tramite iscrizione al sito (conversion), e favorire la visita dei  punti vendita (visit to store);

    Vuoi disegnare il tuo customer journey? Scarica il toolkit >

    Step 2: il media mix e la scelta e formati 

    Dato il motivo per cui voglio fare una campagna pubblicitaria digital (es: promuovere un nuovo prodotto o servizio, accrescere o rafforzare la brand awareness presso il pubblico di riferimento…), i primi passi da compiere per stendere un piano media online sono:

    1. definire il pubblico target a cui voglio arrivare, ossia le buyer personas;
    2. analizzare il loro buyer’s journey, ossia le fasi tipo del processo d’acquisto e i touchpoint coinvolti;
    3. stabilire degli obiettivi di marketing e comunicazione per ciascuna fase.

    Nel caso, per esempio, del cliente OBI, multinazionale tedesca del Fai Da Te, gli obiettivi principali della campagna media on line erano:

    1. Brand awareness: promozione del nuovo catalogo di prodotti e del brand nei bacini di utenza dei punti vendita.
    2. Drive to store: stimolo delle visite ai punti vendita presenti nel territorio italiano da parte di Prospect e utenti OBI.

    L’audience potenzialmente interessata ai prodotti di OBI è costituta da amanti del faidate e dell’home decor, persone coinvolte in una ristrutturazione di casa o in un trasloco, appassionati di gardening. La strategia di pianificazione digitale puntava quindi a creare un mix di messaggi personalizzati e di canali idonei a coprire tutti i touchpoint del funnel di conversione. Alla luce dei macro intenti e dell’audience descritta, gli obiettivi di ciascuna fase del buyer’s journey individuati erano:

    1. Fase awareness: attrarre nuovi utenti in target, stimolando il desiderio;
    2. Fase consideration: favorire l’engagement degli utenti trasformandoli in visitatori del nuovo sito OBI;
    3. Fase decision: supportare la trasformazioni dei visitatori in lead tramite iscrizione al sito (conversion), e favorire la visita dei  punti vendita (visit to store);

    Organizza i tuoi contenuti e inizia a valorizzarli. Scarica il template per la  Content Audit >

    Step 3: timing e KPI

    In parallelo alla definizione del media mix, è necessario stabilire i timing della pianificazione media on line e i KPI che discendono dagli obiettivi stabiliti per ciascuna fase. Nel caso di OBI, il media plan si svolgeva su un periodo di 8 mesi circa dove a ciascuna fase e formato era assegnato un periodo di ‘on air’ determinato e funzionale al raggiungimento degli obiettivi. Allo stesso modo, per ogni fase e formato sono stati identificati KPI specifici in grado di misurare e valutare l’andamento delle campagne attivate:

    Brand Awareness:

    1. viewability
    2. CPM
    3. CTR%
    4. trend ricerche organiche
    5. bounce rate
    6. page views, tempo di permanenza

    Drive to store:

    1. CTR%
    2. CPC
    3. CPL / CPA (CLICK&COLLECT)

    Hai la necessità di pianificare una campagna online o offline? Chiamaci, il nostro reparto media sarà felice di aiutarti!

    Vuoi attirare più clienti? Scopri di più sulla Discovery!

    New Call-to-action

    Iscriviti alla newsletter per storie digitali da un altro mondo!

    I PIÙ LETTI

    VAI ALLE GUIDE DI OFG ADVERTISING >

    Non hai tempo di cercare nel blog? No problema, abbiamo raccolto gli articoli in comode guide. Vai alle guide >