Come ottimizzare i tuoi contenuti per i motori di ricerca con Pillar Page

    Gli ultimi cambiamenti in materia di SEO Strategy parlano chiaro: da quando l’algoritmo di Google è in grado di capire le tematiche delle ricerche degli utenti, le semplici KeyWord non bastano più.

    Per aumentare le chance di un buon posizionamento del tuo sito o blog, puoi aggiornare e riorganizzare la struttura dei contenuti seguendo la tecnica del Topic Cluster, il cui fulcro è la Pillar Page.

    Se vuoi sapere come ottimizzare i tuoi contenuti per i motori di ricerca con le Pillar Page, continua a leggere.

    Scarica il template per costruire la tua Pillar Page >

    Individua i tuoi Topic

    Il primo passo per ottimizzare i tuoi contenuti deve essere obbligatoriamente l’analisi degli stessi con lo scopo di individuare gli argomenti più performanti da trattare nelle Pillar Page. Ovvero devi capire quali sono i temi più adatti per il tuo sito o brand e per attirare il maggior numero di utenti e migliorare il tuo posizionamento nella SERP.

    Come scegliere i topic? Tramite una content audit, un’analisi accurata di quali sono i contenuti e i post più visualizzati del tuo sito, quelli di maggior interesse per gli utenti.

    Se vuoi sapere come si fa una content audit, leggi il post "Content Audit: perché è fondamentale per la tua strategia e come si fa" e scarica il nostro template.

    Scarica il tuo content audit template >

    Costruisci la tua Pillar Page

    Una volta individuati i post o le pagine più performanti e i relativi argomenti, puoi creare le tue Pillar Page. Dedica ad ogni tema che hai individuato una pillar page: per esempio, se il tuo brand tratta il pet food e una delle pagine più visitate è quella con i consigli per l’alimentazione del cucciolo, costruisci la tua pagina pilastro a partire dal quel contenuto.

    Come ti abbiamo spiegato, la pillar page deve avere dei contenuti più lunghi rispetto alla media delle altre pagine (oltre le 2000 parole) e deve presentare l’argomento in maniera piuttosto generica o semplicemente introduttiva, in maniera che gli argomenti vengano approfonditi in modo più specifico nelle altre pagine o post sub-topic.

    Tornando al nostro esempio pratico, quindi, la tua pillar page tratterà in generale il tipo di alimentazione consigliata per il cucciolo nei primi mesi di vita indicando quali sono gli alimenti consigliati e per quale motivo. A queste sezioni, potrai collegare tramite link le pagine in cui approfondisci i benefici dei singoli alimenti.

    Ricorda che i contenuti della Pillar Page devono essere sempre aggiornati in maniera da poterla mantenere il più a lungo possibile, mentre le pagine Sub-Topic devono essere eventualmente cambiate e aggiornate o, se non più pertinenti per la Pillar, addirittura cancellate!

    Crea i collegamenti tramite link

    Ora che la tua Pillar Page è pronta, puoi occuparti della parte fondamentale: il link building interno. In poche parole, devi collegare con link e tramite l’utilizzo di KeyWord la Pillar Page alle pagine Sub-Topic e viceversa, così come le varie pagine minori fra loro.

    Questa tecnica garantisce che l’algoritmo di Google, rilevando molti collegamenti tra pagine con contenuto dello stesso argomento, reputi il tuo sito autorevole per il topic trattato o ricercato e lo posizioni fra i primi risultati di ricerca.

    Hai ancora dei dubbi su come ottimizzare i contenuti per i motori di ricerca? Scarica il Template di OFG Advertising, agenzia di comunicazione a Milano, per costruire la tua Pillar!

    New Call-to-action

    Iscriviti alla newsletter per storie digitali da un altro mondo!

    I PIÙ LETTI

    VAI ALLE GUIDE DI OFG ADVERTISING >

    Non hai tempo di cercare nel blog? No problema, abbiamo raccolto gli articoli in comode guide. Vai alle guide >