La Matita Gialla - Blog di OFG Advertising Agenzia di Comunicazione a Milano.jpg

Aumentare il traffico in punto vendita: ecco cosa fare

    Quando si parla di aumentare il traffico in punto vendita, nella mia testa appare una sorridente ed elegante signora anni ’50, casalinga - stile signora Cunningham della serie TV Happy Days, per intenderci - che imbracciata la sua chiccossima borsa simil Kelly, entra in un supermercato. Luminosa e aggraziata, riempie il proprio carrello della spesa, guidata dal ricordo di ciò che ha visto in TV, sentito nello spot in Radio o consigliato da una vicina amica. Il tutto sempre sorridendo e senza nessuna fretta. Questo era quel che avveniva allora. Oggi le cose sono cambiate e la nostra signora Cunningham è una donna (ma anche un uomo) che lavora, forse con una famiglia, di sicuro con poco tempo a disposizione e un budget predefinito per fare acquisti.

    Promotion, pianificazione media e customer activation: scopri come utilizzarli al meglio.

    La nostra potenziale cliente ha in mano l’arma più temibile di tutte per i marketer odierni: lo smartphone, con cui prima di visitare il punto vendita ha:

    • controllato il saldo punti della propria carta fedeltà e possibili promozioni/codici sconto utilizzabili
    • cercato offerte, confrontato prodotti e prezzi dei negozi concorrenti presenti nelle vicinanze
    • scelto in quale negozio entrare

    Che cosa deve fare oggi un marketer per riuscire a convincere i suoi clienti così digitalizzati, informati ed esigenti a visitare il proprio punto vendita? Missione difficile, ma non impossibile, continua a leggere e ti presenterò 3 strumenti strategici per aumentare le visite del tuo punto vendita:

    • la Promozione
    • la Pianificazione Media
    • la Consumer Activation.

    Scarica i 10 trend sul futuro del retail >

     

    I 3 strumenti che aumentano le visite in punto vendita

    Se il consumatore cambia e include nel processo di acquisto anche internet, deve modificarsi anche il retail rinnovando gli strumenti di sempre (Promotion e Media) e sviluppandone di nuovi, grazie alle nuove tecnologie sul punto vendita (Consumer Activation). 

    Queste sono Leve capaci non solo di conquistare, ma anche di trattenere un cliente sempre più interessato ad esperienze di acquisto personalizzate e rilevanti sul punto vendita. Vediamole nel dettaglio.


    PROMOTION

    Che cosa è: la Promozione, cioè l’insieme delle azioni atte a far conoscere un brand o un prodotto e stimolarne l’acquisto, è una delle storiche leve del marketing mix. Gadget, sponsorizzazioni, raccolte punti, eventi, concorsi, prove prodotto, coupon, volantini… sono strumenti  validi anche oggi, a patto che sappiano intercettare anche il cliente on line.

    Come si usa: dal momento che il processo d’acquisto coinvolge sempre di più la ricerca di informazioni on line (motori di ricerca, siti di confronto prezzi, social media), le nostre attività promozionali devono prevedere una meccanica on e off line, in grado di costruire un percorso guidato del consumatore dall’online al punto vendita. Per esempio: coupon digitali o codici sconto per gli acquisti in negozio da lanciare sui propri social media; invio di cataloghi digitali con le offerte del punto vendita, concorsi on line di instant win che regalino sample di prodotti da ritirare in negozio…

    Last but not least, la creazione di promozioni personalizzate, sfruttando gli insights che l’analisi dei Big Data mette a disposizione. In futuro potrebbero, per esempio, dare l’avvio a volantini con offerte personalizzate sulla base di preferenze e storico acquisti.

     

    PIANIFICAZIONE MEDIA

    Che cosa è: la pubblicità è l’anima del commercio, ieri come oggi. La pianificazione media assolve l’importante compito di rendere marchio e prodotti visibili per la nostra audience, nei touchpoints più efficaci, tramite l’organizzazione di campagne pubblicitarie su mezzi differenti (stampa, radio, tv, affissioni…).

    Come si usa: La sfida del piano media attuale si chiama content distribution e significa rendere il nostro messaggio non solo visibile, ma rilevante, al momento opportuno per l’audience giusta. Anche in questo caso non si può prescindere da internet e dalla presenza on line dei nostri clienti o potenziali clienti: il piano media deve presidiare i mezzi tradizionali (stampa, TV, radio, affissioni) e prevedere anche campagne di advertising digital dal SEM ai banner, al Social Advertising differenziati in base alla fase del Buyer's Journey.

     

    CUSTOMER ACTIVATION

    Che cosa è: il 73% dei consumatori apprezzerebbe ricevere offerte personalizzate tramite messaggi o notifiche sul proprio cellulare, una volta arrivati sul punto vendita. Questa è la Consumer activation: una serie di azioni che mirano a stimolare in real time l’acquisto e quindi l’attivazione del cliente nel negozio.

    Come si usa: chi rende possibile l’invio di messaggi o notifiche con promozioni real time è la tecnologia Proximity. Grazie a particolari sensori (ibeacon), permette di inviare agli smartphone dei clienti tramite app dei contenuti digitalizzati come, per esempio, offerte o promozioni.

    Immaginate di passare davanti ad un negozio di arredamento con ristorante/bistrot annesso e che in quel momento, il vostro cellulare vibri e appaia questo messaggio: “Ciao! Siamo così felici che tu sia passato a trovarci che oggi ti offriamo il dolce! Entra e scopri anche la nostra nuova collezione di accessori per la casa”. Sarebbe un’offerta irresistibile, non pensate?

    Sei interessato ad approfondire l’argomento? Leggi il prossimo post, "Aumenta le vendite in negozio con il proximity marketing".

    E continua a leggere il nostro blog, scarica la nostra infografica sui 10 Trend del Retail che devi conoscere!

    New Call-to-action

    Iscriviti alla newsletter per storie digitali da un altro mondo!

    I PIÙ LETTI

    VAI ALLE GUIDE DI OFG ADVERTISING >

    Non hai tempo di cercare nel blog? No problema, abbiamo raccolto gli articoli in comode guide. Vai alle guide >