La Matita Gialla - Blog di OFG Advertising Agenzia di Comunicazione a Milano.jpg

4 consigli per realizzare una campagna di email marketing efficace

Scarica gratuitamente la guida sui 10 trend del Retail >

    Il destino di molte newsletter - e pensa che ne vengono spedite oltre 8 miliardi all'anno - è quello di essere cestinate senza essere aperte. Come si può aumentare le probabilità di successo di una campagna di email marketing, allora? Occorre saper catturare l'attenzione dei destinatari e fornire contenuti di valore, ma non solo: qui di seguito troverai 4 consigli che ti aiuteranno a realizzare una campagna di email marketing efficace.

    Scarica il template gratuito del piano di marketing >

     

    Newsletter o DEM


    Un po' di chiarezza è necessaria per saper distinguere le vere e proprie newsletter dalle DEM.

    • Le newsletter hanno un contenuto informativo e vengono inviate periodicamente con lo scopo di informare, fidelizzare e promuovere l'immagine dell'azienda.
    • Le DEM puntano ad aumentare il fatturato offrendo promozioni, coupon e sconti. La platea a cui sono rivolte viene profilata con cura selezionando sesso, età e spesso anche interessi, quindi ottengono un maggiore riscontro per quel che riguarda letture e clic.

    Valuta e scegli quale dei due tipi di email utilizzare sulla base degli obiettivi di digital marketing e di marketing che ti poni.

     

     

    Immagini: sì o no?

    Come realizzare una campagna di newsletter o DEM efficace? Innanzitutto tenendo presente le tue buyer personas e il tipo di fruizione che hanno delle mail. Alcune statistiche possono aiutarti: il tasso di apertura delle mail varia a seconda del tipo di destinatari, la clientela business con l’open rate del 24% detiene la percentuale di apertura maggiore, contro il 17% dei consumatori. Una buona regola è quindi quella di adottare layout differenti anche a seconda del tipo di destinatario finale: su un target consumer, l’utilizzo di immagini alleggerisce il contenuto, cattura l’attenzione e rende subito l'idea dell'argomento trattato.

    Discorso diverso per una buyer persona business: se il contenuto è rilevante, una mail di solo testo senza immagini che ‘distraggono’, ma con messaggi pertinenti e di valore può risultare più efficace.



    Personalizzazione

    Il consumatore attuale da un brand cerca anche relazione e attenzione personale, una mail quindi che inizia con "Gentile Signora/ Signor" è impersonale e non fa sentire il destinatario al centro dell'attenzione: molto meglio rivolgersi utilizzando o il nome o cognome o il nome del tuo destinatario.

     


    Responsive design

    La maggior parte delle newsletter e delle DEM sono lette da dispositivi mobile, questo vuol dire che il template che adotti deve essere responsive e garantire leggibilità da device di tipo diverso dai laptop agli smartphone, passando per i tablet.

     


    Call to Action chiare

    L’intenzione della tua mail deve essere chiara al tuo destinatario, dal momento che gli stai chiedendo un po’ del suo tempo: la tua Call To Action deve essere presente, visibile e precisa (es: “Visita il nostro blog e leggi il nuovo post” oppure “Scopri il nuovo prodotto”). Se ti limiti a fornire notizie o descrizioni di prodotto senza giungere al punto, il cliente potrebbe non proseguire la lettura e la tua email potrebbe finire nel cestino.

     Digital transformation? Prenota una call senza impegno con i nostri esperti >

     

    Un esempio di newsletter efficace: DropBox e la campagna di ri- engagment


    Questa email è stata inviata da Dropbox per reingaggiare gli utenti che non utilizzavano il servizio da molto tempo.

    L’email si apre con una illustrazione come immagine header, che mostra il prima e il dopo Dropbox: una scatola vuota e a fianco una scatola colorata colma di files.

    Il testo prosegue annunciando chiaramente l’azione che ci si aspetta dal lettore ed enunciando i motivi per cui tornare ad utilizzare il servizio:



    Ciao Jerry,
    Il tuo dropbox si è sentito un po' solo ultimamente.

    Vogliamo ricordarti che Dropbox ti permette di:

    • inviare i tuoi files da computer o da telefono
    • condividere facilmente documenti, foto, cartelle
    • ripristinare i tuoi files se il tuo computer ti abbandona

    Se hai bisogno di rinfrescarti la memoria per tornare a utilizzare Dropbox, clicca qui.

    Speriamo che ritorni fra noi!

    Il team di Dropbox


    Se vuoi conoscere anche gli altri strumenti del Digital Marketing, consulta la nostra Guida al Digital Marketing!
    Ok mi piace, dimmi come fare >
    New Call-to-action

    Iscriviti alla newsletter per storie digitali da un altro mondo!

    I PIÙ LETTI

    VAI ALLE GUIDE DI OFG ADVERTISING >

    Non hai tempo di cercare nel blog? No problema, abbiamo raccolto gli articoli in comode guide. Vai alle guide >