Google Adwords, le novità per il 2014


Sono datate 22 Aprile le rivelazioni di Jerry Dischler (Director, Product Management AdWords) all'evento AdWords Perfomance Forum. Le novità per l'anno saranno relative a tre marco aree:

  1. Mobile
  2. Strumenti di Misurazione
  3. Strumenti per Power Users

Mobile. La grande novità è relativa ad ADMob, secondo il sito ufficiale: 

AdMob è stato ripensato sfruttando le migliori piattaforme pubblicitarie di Google. È stato ideato per gli sviluppatori di applicazioni, con un'interfaccia utente intuitiva per aiutarti a generare rapidamente entrate con l'applicazione, creare campagne in pochi minuti per acquisire nuovi utenti e ottenere preziose informazioni sul rendimento dell'applicazione.

Grazie ad una modalità di ricerca di utenti legata alla rilevanza dell'app per il consumatore (giudicata in base alle altre app scaricate), alla frequenza di utilizzo e alle tipologie di acquisto in-app sarà possibile segmentare e raggiungere il target desiderato, aumentando la chance di download dell'app. Cliccando qui potete visualizzare il video ufficiale. Altra novità riguarda il re-engagement di app installate ma scarsamente utilizzate: nella nuova ricerca le pagine delle app presenti sul proprio smartphone verranno visualizzate per prima, nel tentativo di rinnovarne l'interesse.

Strumenti di Misurazione. Estimated Total Convertions, il tool di stima dei contatti totali generati dai propri annunci Google AdWords (non solo digitali quindi ma anche reali come ad esempio telefonate o visite in negozio) già attivo dall'anno scorso è stato ulteriormente potenziato. Come funziona? Direttamente dal supporto Google:

Le conversioni cross-device e cross-browser vengono stimate utilizzando dati aggregati relativi agli utenti che hanno eseguito l'accesso a Google. In base a questi dati aggregati, viene elaborata una stima complessiva anonima del numero di conversioni cross-device attribuite ad AdWords. Come tutte le altre conversioni, le conversioni cross-device utilizzano quello che viene chiamato attribuzione dell'"ultimo clic pagato". In altri termini, le conversioni vengono attribuite all'annuncio che ha ricevuto l'ultimo clic prima che un utente effettuasse un acquisto, inviasse un modulo di contatto, scaricasse un'applicazione, effettuasse una chiamata o eseguisse una qualsiasi azione a cui si attribuisce un valore.

Lo strumento deve ancora crescere: si stanno infatti cercando modalità di misurazione più precisa per acquisti effettuati in negozio.

Strumenti per Power Users. Miglioramenti anche per le campagne di massa (le cosiddette bulk actions) che consentono ora una migliore targetizzazione a determinate tipologie di utenti e una miglior rotazione delle campagne pubblicitarie.

Luca Bizzarri